Categories
Lyrics

Vacca – Gentile (Poco Di Buono 2 Album)

[Ritornello]
Sono il capitano, chiamami:
Gentile Gentile Gentile Gentile Gentile
Non dire bugie, cuggi’ non mi
Mentire mentire mentire mentire mentire
Tra il dolore e il piacere la linea è
Sottile sottile sottile sottile sottile
Per la mia famiglia son pronto a
Morire a morire, sono pronto a morire
Sono il capitano, chiamami:
Gentile Gentile Gentile Gentile Gentile
Non dire bugie, cuggi’ non mi
Mentire mentire mentire mentire mentire
Tra il dolore e il piacere la linea è
Sottile sottile sottile sottile sottile
Per i miei Voodoo sono pronto a
Morire a morire, sono pronto a morire
[Strofa 1]
Sono fuori dal tunnel, dal coro
Io non voglio essere etichettato come loro
Sono fuori dal giro, dal G
Penso solamente a far bene il mio lavoro
Sono fuori dal tunnel
Di che? A rischio d’infarto
[Ritornello]
Sono il capitano, chiamami:
Gentile Gentile Gentile Gentile Gentile
Non dire bugie, cuggi’ non mi
Mentire mentire mentire mentire mentire
Tra il dolore e il piacere la linea è
Sottile sottile sottile sottile sottile
Per la mia famiglia son pronto a
Morire a morire, sono pronto a morire
Sono il capitano, chiamami:
Gentile Gentile Gentile Gentile Gentile
Non dire bugie, cuggi’ non mi
Mentire mentire mentire mentire mentire
Tra il dolore e il piacere la linea è
Sottile sottile sottile sottile sottile
Per i miei Voodoo sono pronto a
Morire a morire, sono pronto a morire Sono stanco di tutti ‘sti perchè
Tanto alla fine va sempre uguale
Le sento, le voci, che mettete in giro
Il quartiere che parla, che fa i vostri nomi
Metto la tua testa nel centro dell’area
Poi batto un rigore alla Beppe Signori
Le sento le grida, i pianti delle madri
Qualcuno mi spiega a che servono i fiori
Le lacrime non le asciughi con i petali
I miei ancora aspettano giorni migliori
È una vita che il sangue scorre sotto ai ponti
Si salva nessuno, sono tutti morti
Io spesso, di notte, mi sveglio nel sonno
Vedo ancora galleggiare i loro corpi
È un inferno di immagini che non immagini
Conto su me stesso e su nessun altro
Perdona signore i peccati che ho fatto, del Padre, del Figlio, e lo Spirito Santo

[Ritornello]
Sono il capitano, chiamami:
Gentile Gentile Gentile Gentile Gentile
Non dire bugie, cuggi’ non mi
Mentire mentire mentire mentire mentire
Tra il dolore e il piacere la linea è
Sottile sottile sottile sottile sottile
Per la mia famiglia son pronto a
Morire a morire, sono pronto a morire
Sono il capitano, chiamami:
Gentile Gentile Gentile Gentile Gentile
Non dire bugie, cuggi’ non mi
Mentire mentire mentire mentire mentire
Tra il dolore e il piacere la linea è
Sottile sottile sottile sottile sottile
Per i miei Voodoo sono pronto a
Morire a morire, sono pronto a morire
[Strofa 2]
La ruota che gira, di numeri pure
Ma bingo qui non l’ha mai fatto nessuno
Qui gli unici che hanno svoltato sono i soci che hanno trovato il tuo imbosco del fumo
Il business di strada fa molto di più di quello che tu puoi soltanto immaginare
I miei girano in Italia, in gruppo, in carovana
E trasformano il tuo party in un funerale
La metto all’incrocio, ma da centrocampo
In dodici in un solo tiro di dadi
C’ho già i miei problemi, famiglia, gli amici, del resto fratello mi lavo le mani
Una meta da solo, nemmeno un passaggio
Vedevo cadere uno a uno i cristiani
Sto in curva a tifare l’Olimpia, il mio sogno è vedere giocare a Milano Bargnani
Sono ancora in piedi, nonostante tutto, nonostante ci siano mille problemi:
La vita, il lavoro, bollette, le fottute tasse, altri fottuti mille problemi
Un tiro da 3 che è finito in canestro all’ultimo secondo del quarto quarto
La scena qui esplode come il palazzetto, com’è questo finale? Sono fuori dal giro
Ma quale?